contact us

Use the form on the right to contact us.

You can edit the text in this area, and change where the contact form on the right submits to, by entering edit mode using the modes on the bottom right.

           

123 Street Avenue, City Town, 99999

(123) 555-6789

email@address.com

 

You can set your address, phone number, email and site description in the settings tab.
Link to read me page with more information.

Giuria

Giuria

La guiria del Premio Gregor von Rezzori — Città di Firenze, X Edizione

Photo Credit: Peter Hellberg

Andrea Bajani è uno scrittore e giornalista italiano. Nel 2011 ha vinto il Premio Bagutta col romanzo Ogni promessa e nel 2008 ha vinto il Premio SuperMondello, il Premio Recanati e il Premio Brancati col romanzo Se consideri le colpe. Nel 2006 ha scritto il reportage Mi spezzo ma non m’impiego sulla situazione di incertezza dei lavoratori italiani. Vive e lavora in Germania.

Photo Credit: Mitya Ku

Ernesto Ferrero è un autore, critico letterario ed è il direttore del Salone Internazionale del Libro di Torino. Ha scritto diversi romanzi, una biografia, ha curato il Dialogo tra Primo Levi e Tullio Regge ed è stato Direttore Editoriale di Einaudi. Come critico collabora coi quotidiani "La Stampa" e "Il Sole 24 Ore" e compare spesso come commentatore in trasmissioni culturali della RAI. Vive e lavora a Torino.

FOTODI  MYBOSSWAS

FOTODI  MYBOSSWAS

Paolo Giordano è autore di tre romanzi, tradotti in tutto il mondo: La solitudine dei numeri primi (Mondadori, 2008, Premio Strega, Premio Campiello Opera Prima), Il corpo umano (Mondadori, 2012) e Il nero e l'argento (Einaudi, 2014). Ha scritto per il teatro (Galois, 2016) e collabora con Il Corriere della Sera.

 

manguel.jpeg

Alberto Manguel è uno scrittore, traduttore, redattore e docente argentino naturalizzato canadese. Autore di cinque romanzi, di un libro di criticacinematografica e di numerosi saggi, nel 1996 ha scritto l’acclamato Una storia della lettura. Manguel cura tuttora svariate antologie letterarie e tiene una rubrica per la rivista Geist. Vive e lavora negli Stati Uniti ed è stato recentemente nominato Direttore della Biblioteca Nazionale di Buenos Aires, la "sedia di Borges".

Photo Credit: dimnikolov

Beatrice Monti della Corte è nata da padre lombardo e da madre armena. Nel 1955 ha aperto a Milano la Galleria dell’Ariete, che è stata per più di 25 anni un punto di ritrovo di scrittori e artisti internazionali. Nel 1967 ha sposato lo scrittore Gregor von Rezzori, con cui ha vissuto in Toscana; dopo la morte del marito nel 1998, ha trasformato la loro dimora in una fondazione per scrittori rinomati provenienti da tutto il mondo e, finora, ne ha ospitati più di 170. Collabora tuttora con Vanity Fair e vive tra New York e la Toscana. 

edmund.jpeg

Edmund White è un romanziere, saggista, autore di volumi autobiografici e insegna scrittura creativa presso il Lewis Center for the Arts della Princeton University. Nel corso della sua prolifica carriera ha scritto più di 25 libri, tra cui le biografie di Rimbaud, Genet e Proust, un’opera teatrale e 12 romanzi; nel 1989 ha vinto la prima edizione del premio alla carriera Bill Whitehead Award. Vive e lavora a New York.


La giuria del premio per la traduzione

Bruno Ventavoli, giornalista e scrittore, dirige Tuttolibri, l'inserto culturale della Stampa. Ha insegnato lingua e letteratura ungherese all'università di Torino, e ha tradotto una trentina di romanzi. Ha scritto cinque romanzi gialli.

 

basso.jpg

Susanna Basso è nata a Torino dove vive e lavora. Da molti anni insegna Lingue e Letteratura Inglese presso il Liceo Massimo d’Azeglio di Torino. Nel 2010 ha pubblicato presso la casa editrice Bruno Mondadori un “diario di traduzioni” dal titolo Sul Tradurre. Esperienze e divagazioni militanti. Ha ricevuto il Premio Procida per la traduzione Letteraria nell’anno 2002 per il romanzoAtonement di Ian McEwan e nel 2014 per la raccolta Lasciarsi andare di Alice Munro.

Ilide Carmignani traduce letteratura di lingua spagnola da oltre vent’anni. Fra i suoi  autori: Andruetto, Bolaño, Borges, Cernuda, Cortázar, Fuentes, Neruda, Onetti, Paz, Sepúlveda. Ha appena ritradotto per Mondadori Cent’anni di solitudine di Gabriel García Márquez. Nel 2000 ha vinto il I Premio di Traduzione Letteraria dell'Istituto Cervantes e nel 2013 il Premio Nazionale di Traduzione del Ministero per i Beni Culturali.


La giuria del premio giovani lettori

SIMONA BALDANZI>STORIA DEI MIEI DENTI

Simona Baldanzi vive nel Mugello e oltre a scrivere si occupa di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Ha scritto: Figlia di una vestaglia blu, (Fazi, 2006), Bancone verde menta (Elliot, 2009) Mugello sottosopra. Tute arancioni nei cantieri delle grandi opere (Ediesse 2011), Il Mugello è una trapunta di terra. A piedi da Barbiana a Monte Sole (Laterza 2014), Maldifiume. Acqua, passi e gente d'Arno (Ediciclo 2016). Suoi racconti sono pubblicati in numerose antologie e testate. Ha tenuto per anni la rubrica L'incartauova su L'Unità Toscana.

SILVIA COSTANTINO>STORIA DI UNA VIOLENZA

Silvia Costantino ama i libri, la fotografia, le serie tv e le storie di streghe. Vive a Firenze, dove ha organizzato il festival Firenze RiVista e ogni tanto presenta un libro. È fondatrice e redattrice della rivista culturale 404: file not found, collabora con Ultima Pagina e con The FLR, a volte appare altrove. Ha un alter ego social, Giorgeliot, che si diverte a raccontare i fatti suoi.

ILARIA GIANNINI>SATANTANGO

Ilaria Giannini, nata nel 1982 a Pietrasanta, laureata in Scienze Politiche e Internazionali presso l'Università di Pisa, è giornalista professionista e scrittrice. Lavora per il portale ufficiale della Regione Toscana Intoscana.it e scrive di tematiche di genere per Cosebelle Magazine. Ha pubblicato due romanzi “I provinciali” (Gaffi) e “Facciamo finta che sia per sempre” (Intermezzi); insieme a Federico di Vita ha firmato “I treni non esplodono” (Piano B), il primo libro sulla strage ferroviaria di Viareggio. Ha collaborato tra gli altri con Internazionale, l'Ansa Firenze, Novaradio, Mangialibri e Toscana Tv.

GAIA RAU>ERAVAMO DEI GRANDISSIMI

Nata a Genova nel 1982 ma toscana d'adozione, si è laureata in Scienze politiche alla "Cesare Alfieri" di Firenze con una tesi sul femminismo nel mondo islamico e ha successivamente conseguito un master in giornalismo e comunicazione presso l'università di Roma II "Tor Vergata". Dal 2008 è giornalista professionista e dallo stesso anno, dopo varie esperienze in testate nazionali televisive e cartacee, lavora per la redazione fiorentina del quotidiano "La Repubblica", dove si occupa principalmente delle pagine culturali e di società, scrivendo dei più importanti eventi artistici, letterari e cinematografici di passaggio in città e in Toscana.

ELEONORA PINZUTI>BUSSOLA

Eleonora Pinzuti vive a Firenze dove, dopo un Ph. D. sulla fenomenologia dell’alterità, lavora come libera professionista nel campo della Gender Equality e delle prassi formative inclusive. Ha dedicato numerosi studi alla critica della differenza, alla filologia e alla narrazione contemporanea e ha curato i volumi Bestiari di Genere (Sef, 2008 in co-cura) e Marguerite Yourcenar sulle tracce “des accidents passagers” (Bulzoni, 2007). Poeta, esordisce con Tempi Eversi (Crocetti, 2002) e i suoi lavori sono tradotti e pubblicati in riviste e miscellanee italiane e straniere fra le quali Crocetti, Zona, «Semicerchio», ChainLinks, Fara Editore, «Mosaici. St. Andrew Journal of Italian Poetry», «Poesia. Rivista Internazionale di cultura poetica». La silloge Èsodi fa parte di Poesia Contemporanea. Undicesimo Quaderno Italiano Marcos y Marcos, 2012. Suoi testi sono stati pubblicati recentemente in serbo (Ljubljana, 2015). Di prossima pubblicazione Con Figure (Editrice Zona, 2017).